Montjuïc

Informazioni pratiche sul Montjuïc

Indirizzo: Montjuïc, 08038 Barcellona, Spagna. Nota: Montjuïc è una collina situata nella zona sud-ovest di Barcellona, Spagna.

Ci sono diversi modi per raggiungere il Montjuïc dal centro di Barcellona:

MetroLe linee L1, L2 e L3 della metropolitana fermano alle stazioni di Pl. Espanya, Paral-lel e Poble Sec, ai piedi del Montjuïc. Si può poi prendere la funicolare del Montjuïc per salire sulla collina. 

Funivia: La funicolare del Montjuïc collega la stazione della metropolitana Paral-lel alla cima della collina del Montjuïc. È aperta tutti i giorni della settimana e gli orari variano a seconda della stagione. La funivia in cima alla funicolare vi porterà ancora più in alto sulla montagna..

In autobus: ci sono diverse linee di autobus che servono Montjuïc, tra cui le linee 13, 50 e 150, che si possono prendere da diverse parti della città.

In auto o in taxi: se preferite, potete anche prendere un taxi o la vostra auto per raggiungere Montjuïc, anche se può essere difficile trovare parcheggio a Montjuïc.

 

Dove si trova il Montjuïc a Barcellona?

 

Montjuic è una montagna in città. Una vera e propria boccata d'aria fresca. Da tutti i lati si gode di una magnifica vista su Barcellona. I fianchi della collina sono ricoperti di fiori, alberi esotici e cactus giganti. Un'atmosfera magica creata dalle fontane luminose della Gaietà Buïgas. Anche arrivarci è un'avventura. La funivia, ad esempio, che parte dal castello in cima alla collina, offre una spettacolare vista panoramica sulla città e sul Mar Mediterraneo.

Un luogo ideale per una passeggiata domenicale o per visite culturali, di cui Montjuïc è la cornice.

 

Il Montjuïc è un luogo emblematico della cultura e dello sport di Barcellona. 

Il Castello di Montjuïc è un importante punto di interesse e offre un museo militare e una vista mozzafiato sulla città. Proprio sotto il castello si trova il Palau Nacional, noto anche come MNAC, che ospita la più grande collezione di arte catalana al mondo. Le vicine scale mobili facilitano l'accesso al museo per coloro che non desiderano salire le scale.

A pochi passi dal Palau Nacional si trova il Poble Espanyol, un villaggio costruito per l'Esposizione Universale del 1929 che presenta diversi stili di architettura regionale spagnola. La Fontana Magica, situata di fronte al Palau Nacional, è un'attrazione gratuita e popolare che si illumina di diversi colori con musica classica.

Montjuïc è stata anche la sede dei Giochi Olimpici del 1992. Lo stadio olimpico, il Palau Sant Jordi e le piscine olimpioniche sulla collina sono luoghi imperdibili per gli appassionati di sport. In estate, le proiezioni di film all'aperto sulle pareti delle piscine olimpioniche sono un'attività popolare per gli abitanti e i turisti. Non mancate di visitare la Fondazione Joan Miró, un museo dedicato al grande artista catalano.

Infine, Montjuïc offre spazi verdi e aree picnic per godersi un momento di relax con la famiglia e gli amici.

 

Itinerario turistico di Montjuïc

Ecco una piccola selezione di luoghi da scoprire sulla montagna di Montjuïc.

> Approfittate dei nostri buoni indirizzi, come ristoranti e negozi. Anche questo fa parte della scoperta di una città.

 

1- La Grande Terrazza di Mies Van Der Rohe. Pavello Mies Van Der Rohe*** ***

 

Museo

Padiglione Mies Van Der Rohe a Barcellona

Mies Van der Rohe Pavilion

Una visita al Padiglione di Barcellona, opera emblematica del movimento moderno, è d'obbligo.

La Fondazione Mies van der Rohe è stata istituita nel 1983 dalla città di Barcellona con l'obiettivo di ricostruire il padiglione tedesco, progettato da Ludwig Mies van der Rohe (1886-1969) per l'Esposizione Universale di Barcellona del 1929. Mies van der Rohe ha influenzato generazioni di architetti con le sue idee di semplicità, chiarezza e armonia in architettura. Il suo contributo all'architettura moderna è inestimabile.

 

Oggi è possibile visitare il Padiglione, che espone il lavoro di Mies van der Rohe ed è diventato anche un centro di ricerca e riflessione sull'architettura contemporanea.

Tutti i biglietti per il Padiglione Mies van der Rohe al miglior prezzo.

>> Pratico: Il percorso rosso dell'autobus turistico di Barcellona vi lascia davanti al Padiglione alla fermata CaixaForum - Pavelló Mies van der Rohe.

 

Storia del Padiglione Mies van der Rohe dal 1929 a oggi.

Il Padiglione Mies van der Rohe, noto anche come Padiglione Tedesco, è un importante emblema dell'architettura moderna.

La sua storia inizia nel 1929. Progettato dall'architetto tedesco Ludwig Mies van der Rohe con l'aiuto della sua collaboratrice Lilly Reich, il padiglione fu costruito per l'Esposizione Internazionale di Barcellona del 1929. Si trattava del padiglione tedesco per questa esposizione.

 

Il padiglione non era inteso come una casa o un luogo di lavoro, ma piuttosto per rappresentare la nuova Repubblica di Weimar come nazione moderna, democratica e culturalmente progressista. Il suo design si caratterizza per la semplicità, la pianta aperta, l'ampio uso di vetro, acciaio e diversi tipi di pietra, tra cui marmo e onice.

 

Dopo la fine dell'Esposizione, nel 1930, il padiglione fu smantellato. Tuttavia, data la sua importanza nel mondo dell'architettura e la sua significativa influenza sul movimento moderno, ci fu un interesse a ricostruirlo.

 

Tuttavia, sarebbero passati molti anni prima che venisse ricostruito.

Negli anni '80, grazie all'iniziativa di un gruppo di architetti catalani, si decise di ricostruire il padiglione. Gli architetti Oriol Bohigas, Ignasi de Solà-Morales e Cristian Cirici ne curarono la ricostruzione. Il padiglione è stato ricostruito nella sua posizione originale, utilizzando come riferimento i progetti e le fotografie originali.

 

Oggi il padiglione Mies van der Rohe è un monumento dedicato alla riflessione architettonica e culturale. È un punto di riferimento per studenti di architettura e professionisti di tutto il mondo e ospita eventi, conferenze e mostre.

Il progetto del padiglione ha avuto una grande influenza sull'architettura moderna ed è spesso citato come esempio chiave dello Stile Internazionale. I suoi principi di chiarezza, semplicità e armonia sono diventati pilastri del design architettonico moderno.

 

Un video sulla vita e l'opera di Mies van der Rohe:

Un video sul padiglione Mies van der Rohe a Barcellona:

 

La collaborazione di Lilly Reich con Mies van der Rohe per questo padiglione

Sebbene Lilly Reich sia stata un partner essenziale di Mies in questo e in altri progetti, non ha sempre ricevuto il riconoscimento che merita nei resoconti storici, soprattutto a causa della predominanza degli uomini nel campo dell'architettura dell'epoca. Tuttavia, ricerche e studi recenti stanno ponendo maggiore enfasi sul suo ruolo e contributo essenziale all'architettura e al design del XX secolo. Fatti che oggi stiamo correggendo.

 

Lilly Reich (1885-1947) è stata una designer tedesca che ha lavorato a stretto contatto con Ludwig Mies van der Rohe per quasi 13 anni. La loro collaborazione iniziò negli anni Venti e comprendeva diversi progetti, tra cui il famoso padiglione di Barcellona.

Per il padiglione di Barcellona, Lilly Reich ha svolto un ruolo cruciale nella progettazione degli interni del padiglione. Ha contribuito con la sua esperienza nella progettazione di mostre, mobili e dettagli interni.

Insieme, Mies e Reich progettarono alcuni dei pezzi più iconici dell'arredamento del XX secolo per il padiglione, tra cui la famosa sedia Barcelona. Questa sedia, con il suo elegante design in acciaio cromato e pelle, è diventata uno dei pezzi più riconosciuti dell'arredamento modernista e viene prodotta e venduta ancora oggi.

Infine, Lilly Reich aveva una vasta esperienza nell'allestimento di mostre e ha apportato questa competenza al progetto. Ha contribuito all'allestimento generale, alla scelta dei materiali e alla messa in scena dei vari elementi del padiglione.

 

La vita e l'opera di Ludwig Mies van der Rohe

Ludwig Mies van der Rohe (1886-1969) è uno degli architetti più influenti del XX secolo.

Gli inizi della carriera ad Aquisgrana: nato ad Aquisgrana, in Germania, Mies iniziò la sua carriera architettonica senza alcuna formazione formale in architettura. Lavorò in diversi studi di architettura a Berlino.

Periodo berlinese: all'inizio degli anni Venti, Mies si affermò come uno dei leader del modernismo, in parte grazie al suo ruolo nel movimento Bauhaus e ai suoi progetti d'avanguardia.

Bauhaus: Mies fu l'ultimo direttore del Bauhaus, l'innovativa scuola tedesca di arte, design e architettura, dal 1930 al 1933. Sotto la pressione del regime nazista, il Bauhaus chiuse i battenti nel 1933.

Emigrazione negli Stati Uniti: di fronte all'ascesa del nazismo e dopo la chiusura del Bauhaus, Mies si trasferì negli Stati Uniti nel 1937. Svolse un ruolo cruciale nell'introduzione e nell'adattamento delle idee moderniste in America.

Illinois Institute of Technology (IIT): a Chicago, Mies fu nominato capo del dipartimento di architettura dell'IIT, dove sviluppò il suo approccio all'insegnamento e progettò diversi edifici per il campus, consolidando la sua estetica di acciaio e vetro.

Architettura del secondo dopoguerra: Mies diventa famoso per la sua filosofia "Less is more". Dopo la guerra, i suoi progetti di grattacieli in acciaio e vetro, come il Seagram Building di New York, divennero emblematici.

Progetti degni di nota: oltre al Seagram Building, altre opere degne di nota sono i Lake Shore Drive Apartments di Chicago, la Farnsworth House e la Neue Nationalgalerie di Berlino.

Vita successiva: Mies continuò a lavorare e a insegnare fino alla sua morte, avvenuta nel 1969 a Chicago.

Indirizzo : Avenida Françesc Ferrer i Guàrdia, 7
Ore di apertura : Da lunedì a domenica, dalle 10.00 alle 20.00 - Ultimo ingresso alle 19.00.
Telefono : (+34) 93 215 10 11
Metro/Bus : Metro : L1, L3 Espanya - Bus : 13, 50, 61, 100, 193 Plaça Espanya - FFCC: Plaça Espanya

2- Il Villaggio Spagnolo. Poble Espanyol **

 

Monumento

Il Villaggio Spagnolo

Una riproduzione dimensione naturale di villaggi spagnoli

Costruito per l'esposizione universale del 1929, il Poble Espanyol ( Villaggio Spagnolo in italiano) è la riproduzione dimensione naturale di varie villaggi della Spagna. Situato in una delle zone più emblematiche di Barcellona ed ad alcuni metri della fontane di Montjuïc, il Poble è una delle destinazioni turistiche principali della città grazie a tutte attrazioni uniche che vi si trovano: architettura, artigianato, arte contemporanea e gastronomia. La totalità in un ambiente festivo quanto istruttivo. È il luogo ideale per gli adulti siccome per i bambini.

Comprate ora biglietti per il Poble Espanyol - Villaggio Spagnolo da partire da 14€

A Vedere al Poble Espanyol

 

 

Tutta l'architettura spagnola in un solo villaggio.

Poble vuole dire villaggio in catalano. La vocazione prima del Poble Espanyol è di mostrare la ricchezza architetturale e culturale della Spagna in uno stesso posto. Questo villaggio è dunque una riproduzione dimensione naturale di tutti i tipi di case che potete vedere in Spagna. In totale questo villaggio raccoglie 117 costruzioni che rappresentano 33 diverse regioni spagnole. Al filo delle vie, delle viuzze e dei posti ma sempre a piedi, potrete ammirare una zona andalusa tipica, un frammento del cammino di San Giacomo di Compostella, delle case tipiche della Catalogna come quelle di Tarragona.

Vero tour de force di questo villaggio museo spagnolo, si dimentica immediatamente che le case sono riproduzioni. Le costruzioni immaginate dall'architetto Puig i Cadafalch non si sono del resto mosse col tempo, si dice anche che alcuni edifici fungono oggi da modello per il restauro delle case originali diffuse un po'ovunque in Spagna.

« Feeling Spain» : Dal 2017, impianti audiovisivi immersivi, situati in vari luoghi del villaggio vi permettono di scoprire 5 regioni tipiche come quest'immersione nel centro del paese con la Mancia di Don Chisciotte, i suoi mulini, i suoi castelli medioevali.

Un concentrato dell'artigianato spagnolo e dei suoi prodotti gastronomici

Come in qualsiasi villaggio, il Poble è un luogo dove si possono fare le spese. Qui è data importanza all'artigianato locale e poiché si parla di tutta la Spagna, avrete il piacere di potere comprare oggetti di tutto il paese. Più di 20 artigiani di queste varie regioni lavorano nel villaggio, le vedrete del resto all'opera. Propongono ceramica, oggetti di vetro, di cuoio, di legno, dei gioielli, dei canestri, dei tessuti, dei ricami, delle chitarre, degli stupidi. Ma anche delle parti uniche e sempre con la possibilità di farle spedire all'estero.

Memorie in disordine dunque ed il piacere di potere fare le sue spese tutto l'anno poiché il villaggio è aperto 365 giorni all'anno.

I buongustai non sono dimenticati con prodotti gastronomici venuti da tutta la Spagna: vino, olio d'olive, miele, pane, salumeria, Jabugo senza parlare dei formaggi di paese!

 

La cucina tradizionale

Ristoranti, bar e terrazze. La cucina tradizionale spagnola e le sue principali entrate sono all'onore: potrete fare una pausa dinanzi ad una paella, di tapas o anche di prosciutto iberico.

 

Scoprire l'Arte contemporanea spagnolo

L'ultima vocazione del Poble Espanyol è di diffondere l’Arte contemporanea. 3 spazi vi sono dedicati.

  • Il museo Fran Daurel inaugurato nel 2011 propone più di 300 opere di reputazione dell'Arte contemporanea spagnola come Picasso, Dalí, MiróTàpies, Barceló o anche Chillida. Su 2500m2, pitture, sculture ed impianti propongono uno sguardo globale sull'arte contemporanea del paese.
  • Lo spazio Guinovart è dedicato ad una delle grandi opere di sculture dell'artista Josep Guinovart (1927-2007), uno dei più grandi rappresentanti della corrente dell'arte informale. Si tratta dell'opera “Contorn-Entorn” la cui vocazione era di integrare l'arte alla realtà.
  • Il giardino delle sculture. Una ballata si impone infine nel giardino del Poble Espanyol dove sono esposte 36 sculture di 27 artisti contemporanei diversi.

 

Attività

Festival, concerti, flamenco, jazz, cinema… Avviene sempre qualcosa al Poble Espanyol che ha anche la reputazione di stendersi molto tardi.

Troverete tutta la programmazione sul sito ufficiale ma sapete che ogni anno si svolge qui la Biergarten (festa della birra) ma anche un festival di jazz. Che il villaggio spagnolo ripara tre discoteche fra cui la famosa La Terrazza che apre soltanto in estate (un must assoluto).

Se amare i cortometraggi e l'animazione, non occorre mancare in estate il festival di cinema all'aperto Mecal. un'eccellente idea d'uscita la sera.

Una grande festa vi è organizzata ogni anno per il cenone di Capodanno.

Infine nelle viuzze andaluse del villaggio si può assistere ad un pranzo spettacolo di Flamenco al Tablao di Carmen tutti i giorni a 18 e 20:30.

 

Info pratichePrezzo del biglietto d'entrata al Poble Espanyol

  • Adulto 13 anni e + : 14€
  • Adulto 13 anni e più + Audioguida: 17.50€
  • Bambini da 4 a 12 anni: 7€
  • Adulto + di 65 anni: 9€

Vi consigliamo di comprare un biglietto d'entrata al Poble Espanyol in linea prima di renderli sul posto per evitare le file d'attesa. Non c'è di visite guidate, ma potete scegliere con il biglietto d'entrata l'opzione con o senza audioguida per una scoperta diversa da questo villaggio:

Comprate ora biglietti per il Poble Espanyol - Villaggio Spagnolo da partire da 14€

Orari del Poble Espanyol

  • Lunedì di 09:00 a 20:00
  • Martedì, mercoledì, giovedì e domenica di 09:00 a 24:00
  • Venerdì di 09:00 a 03:00
  • Sabato di 09:00 a 04:00
  • Aperto 365/365 giorni

Come arrivare al Poble Espanyol ?

Poble spagnolo è situato sulla collina di Montjuïc. È al di fuori della città ma l'accesso è relativamente semplice:

  • In metropolitana: arresto mise Espanya (L1 et L3) con in seguito una decina di minuti di marcia
  • In autobus: gli autobus numeri 13,23 e 150 si fermano appena dinanzi al villaggio
  • In autobus turistico: arrêt Poble Espanyol (linea rossa)
Indirizzo : AV del Marquès de Comillas.
Ore di apertura : Aperto dal lunedì al sabato dalle 9h00 alle 15h00 e la domenica dalle 9h00 a mezzanotte.
Telefono : 93 508 63 00
Metro/Bus : Metro: Parada Espanya, Línia 1 i Línia 3. - Bus: Parada Poble Espanyol de les línies 13, 150 i 23

 

3- Il Museo Nazionale Catalano dell’Arte** . Museu d’Art Modern (MNAC)

 

Museo

Il Museo Nazionale Catalano dell’Arte

Museu Nacional d'Art de Catalunya

Il Museo Nazionale Catalano dell’Arte (MNAC) Barcellona
 Questo è il simbolo dell’esposizione universale del 1929. Questo vechio palazzo ospita le varie collezione d’arte, la quale non è contemporanea, come dice il nome, ma una forma di arte modernistica, una nuova arte Catalana. Scoprite gli artisti di questa nuova scuola d’arte, cme Ramon casas e Santiago Rusinol. C’è anche una bellissma collezione di mobili unici e altri oggetti come lampade e maniglie per le porte.

 

La collezione include lavori dell’arte Catalana a partire dagli anni 30.

Articket: pass per 6 musei d'arte a Barcellona

Indirizzo : Parc de Montjuïc
Ore di apertura : Martedì, mercoledì, venerdì & sabato: 10am - 7pm; Giovedì: 10am - 9pm; Domenica & feste: 10am - 2:30 pm.
Telefono : 00 34 93 622 0360
Metro/Bus : Metro: L1 and L3 Espanya / Bus: 13, 37, 50, 55 and 9, 27, 30, 37, 56,57, 65, 79, 109, 157, 165

 

4- Il Palazzo di sant Jordi.. Palau Sant Jordi *

 

Monumento

Palazzo di Sant Jordi

Palau Sant Jordi

Palau Sant Jordi

Palau Sant Jordi

Il Palazzo di sant Jordi: Era il palazzo per la ginnastica libera durante le olimpiadi, e adesso è una sala di concerti. È un palazzo stupendo con un tetto d’acciaio disegnato dall’architetto giapponese Arata Isozaki. Dovete vistarlo la notte per poter godervi la sua luminosità.

Indirizzo : Passeig Olímpic, 5-7
Ore di apertura : A seconda del programma
Telefono : +34 93 426 20 89
Metro/Bus : Bus: 125, 193

 

5- La Torre di Calatrava. Torre de Calatrava

 

Monumento

Torre di Calatrava

Torre Calatrava

La Torre di Calatrava, nota anche come Torre de Comunicaciones de Montjuïc o Torre Telefónica, è un'iconica torre per le telecomunicazioni di Barcellona, in Spagna. Progettata dall'architetto spagnolo Santiago Calatrava, la torre è stata costruita nell'ambito dei preparativi della città per le Olimpiadi estive del 1992.

 

Il progetto della torre di Calatrava risale agli anni '80, quando Barcellona stava subendo una grande trasformazione urbana in vista dei Giochi Olimpici. La torre è stata progettata per fungere da punto di comunicazione chiave durante i Giochi e per simboleggiare la modernità e l'innovazione della città. Completata nel 1992, da allora ha acquisito una grande importanza simbolica per Barcellona.

 

La Torre di Calatrava

Torre Calatrava

 

Visita alla Torre di Calatrava

La torre di Calatrava presenta una serie di caratteristiche architettoniche. È costituita da una snella struttura in acciaio con una caratteristica cima a forma di guglia. La sua forma complessiva ricorda quella di un atleta che porta la fiamma olimpica. La base della torre è ricoperta di "trencadís" bianchi, in omaggio ai mosaici utilizzati dall'architetto modernista Antoni Gaudí.

Dalla sua sommità si gode di una vista panoramica sulla città e sulla costa, offrendo ai visitatori un'esperienza spettacolare.

 

La torre si trova sulla collina di Montjuïc, una popolare località turistica di Barcellona. Montjuïc ospita numerose altre attrazioni, tra cui lo Stadio Olimpico, il Museo Nazionale d'Arte della Catalogna, il Poble Espanyol, la Fondazione Joan Miró, i Giardini Botanici e il Castello di Montjuïc. La torre è quindi spesso inclusa negli itinerari turistici di Montjuïc.

 

Infine, la Torre di Calatrava è spesso illuminata di notte, il che ne accresce la bellezza e la rende un notevole punto di riferimento visivo della città.

Indirizzo : Av de L'Estadi
Metro/Bus : Metro: L1/L3 Espanya / Bus: 50, 61, 125

 

6- Lo Stadio Olimpico. Estadi Olimpic *

 

Monumento

Lo Stadio Olimpico

Olympic Stadium - Barcelona

Costruito nel 1929 per l'Esposizione Universale, lo stadio era originariamente conosciuto come Estadi de Montjuïc. Tuttavia, è stato ristrutturato e ampliato per le Olimpiadi estive del 1992 ed è stato ribattezzato Estadi Olimpic Lluis Companys, dal nome del presidente del governo catalano durante la guerra civile spagnola. Da allora lo stadio ha ospitato grandi eventi sportivi, concerti e manifestazioni politiche.

 

Lo Stadio Olimpico di Barcellona sarà la nuova casa del Barcellona 2024/2025!

 

Lo Stadio Olimpico di Barcellona sta per diventare ancora più famoso di quanto non sia stato finora. Oltre a concerti e grandi eventi culturali, nella stagione 2024/2025 lo stadio ospiterà tutte le partite casalinghe dell'FC Barcelona. In questo periodo il famoso Spotify Camp Nou sarà sottoposto a lavori di ristrutturazione. Lo Stadio Olimpico sarà quindi la nuova casa temporanea del Barça!

Gli appassionati di calcio non devono preoccuparsi: lo stadio ha tutte le qualità necessarie per ospitare partite di alto livello come quelle di Champions League, e le visite al Camp Nou continueranno anche durante i lavori di ristrutturazione.

Capacità dello Stadio Olimpico di Barcellona: attualmente lo stadio può ospitare 55.926 spettatori per gli eventi sportivi e fino a 68.000 per i concerti. È una capacità inferiore a quella del Camp Nou, con i suoi 99.354 posti, ma comunque di tutto rispetto!

Acquistate i biglietti per le partite del FC Barcellona allo stadio Olimpico, stagione 2024/2025

 

Stadio Olimpico di Barcellona

Estadi Olimpic

Tutti i biglietti per visitare il "Museo Olímpico y del Deporte Joan Antoni Samaranch".

Uno sguardo allo Stadio Olimpico di Barcellona

L'architettura e il design

Il progetto dello Stadio Olimpico è attribuito agli architetti Pere Domènech i Roura e rinnovato da Gregotti Associati International. È un capolavoro dell'architettura modernista, caratterizzato da una forma ellittica, curve semplici e ornamenti minimi. Lo stadio è costruito in cemento armato ed è progettato per ospitare 55.926 spettatori. L'elemento più caratteristico dello stadio è la torre che si erge sopra l'ingresso principale e che offre una splendida vista sulla città di Barcellona.

 

Il significato sportivo

Lo stadio è stato sede di numerosi eventi sportivi, tra cui i Campionati europei di atletica, la finale della Coppa delle Coppe UEFA e i Campionati mondiali di acquatica. È stato anche lo stadio della squadra di calcio RCD Espanyol e della squadra di football americano Barcelona Dragons. Lo stadio è ancora oggi utilizzato per i principali eventi sportivi e i visitatori possono effettuare visite guidate e assistere a eventi dal vivo.

 

Domande frequenti

D: I visitatori possono visitare lo Stadio Olimpico?

R: Sì, i visitatori possono effettuare visite guidate dello stadio, che includono l'accesso alla sala stampa, agli spogliatoi e all'interno dello stadio.

 

D: Quali altre attrazioni si trovano vicino allo Stadio Olimpico?

R: Lo Stadio Olimpico si trova nel Parco del Montjuic, che offre una serie di attrazioni, tra cui il Museo Nazionale d'Arte della Catalogna, la Fondazione Joan Miro, il Poble Espanyol o il Castello del Montjuic.

 

Vi consigliamo una visita: Lo Stadio Olimpico di Barcellona è una visita obbligata per gli appassionati di storia e di sport. Il suo design modernista unico, il suo significato storico e la sua eredità sportiva lo rendono un vero gioiello della città. Non perdete l'occasione di vedere di persona questo simbolo e di scoprire le storie che lo hanno reso un simbolo del passato e del presente di Barcellona.

 

Come raggiungere lo Stadio Olimpico di Barcellona?

Ci sono diversi modi per raggiungere lo Stadio Olimpico, ma lo stadio non è ben collegato direttamente: non c'è una stazione della metropolitana vicino allo stadio, per esempio!

 

1 >> In autobus diretto:
Solo 3 autobus vi porteranno direttamente allo Stadio Olimpico di Barcellona: le linee 150, 55 e 13.

 

2>> Tutti i trasporti pubblici Via Pl. Espanya
Il modo più semplice per raggiungere lo Stadio Olimpico è in due tappe, andando prima in Pl. Espanya.

 

Come raggiungere Pl. Espanya?
In autobus: linee 13, 91, 52, 55, D20 e H16.
In metropolitana: linee L1 o L3.
In treno FGC: linee S3, S4, S8, S9, R5, R50, R6 e R60.

 

Come arrivare da Pl. Espanya allo Stadio Olimpico?
A piedi: si tratta di una passeggiata di 20 minuti con scale mobili.
In autobus: prendere uno degli autobus 150, 55 o 13.

 

3>> Tutti i trasporti pubblici della Zona Franca

È possibile raggiungere lo Stadio Olimpico anche dalla Zona Franca

In autobus: linee 109, H16 e V3.
In metropolitana: Linea L10

 

Come arrivare dalla Zona Franca allo Stadio Olimpico?
In autobus: Linea 13
A piedi in 20 minuti.

 

4>> Tutti i trasporti pubblici da Av. Paral-lel

Come raggiungere Av. Paral-lel?

In metropolitana: Linee L2 e L3

 

Come arrivare da Av. Paral-lel allo Stadio Olimpico?

Prendere la Funicolare del Montjuïc e camminare per 10 minuti.

Indirizzo : Passeig Olímpic, 17/19


Ore di apertura : Estate (dal 1° aprile al 31 ottobre): dalle 10.00 alle 18.00. // Inverno (dal 1° novembre al 31 marzo): dalle 10.00 alle 17.00.
Telefono : (+34) 93 426 20 89
Metro/Bus : Pl. Espanya >> Estadi Olímpic : Bus 13, 91, 52, 55, D20 and H16 // Metro L1 and L3 // FGC S3, S4, S8, S9, R5, R50, R6 and R60.

 

7- La Fondazione Joan Mirò. Fundacio Joan Miró ***

 

Museo

La Fondazione Joan Mirò

Fundació Joan Miró

La Fondazione Joan Miro a Barcellona e un palazzo stupendo costruito da un caro amico di Mirò, Josep Lluis Sert. Tutto di bianco, sottolinea il lavoro dell’artista con giochi di luce, movimento dall’interno all’esterno; il tutto crea un’atmosfera visuale che mostra in modo meraviglioso i lavori dei vari grandi artisti : Calder, Duchamp, Ernst e Matisse.

 

Il ristorante è perfetto, une dei migliori del Montjuîc.

 

Indirizzo : Parc de Montjuïc
Ore di apertura : Aperto dal martedì al sabato dalle 10h00 alle 19h00, il giovedì fino alle 21h00, e la domenica dllae 10h00 alle 14h30.
Telefono : 00 34 93 4439470
Metro/Bus : On Montjuïc "mountain". Bus: 50, 55, 193 stp "Parc de Montjuic" / Cavle Car (take it at Paral·lel)

 

8- Il Castello di Montjuic. Castell de Montjuïc*

 

Monumento

Il Castello di Montjuic

Castell de Montjuïc

Il Castello di Montjuïc è un imponente castello a forma di stella che domina la città dal 1640. Per due secoli è stato utilizzato principalmente per reprimere la popolazione: repressione degli anarchici nel XIX secolo e prigione per i prigionieri politici sotto Franco. Nel 1940, Lluis Companys, il popolarissimo presidente della Generalitat della Catalogna, fu giustiziato qui. Attualmente è l'unico luogo della città in cui è rimasta una statua di Franco. Ospita un museo militare.

Tutti i biglietti per visitare "Castell de Montjuïc" al miglior prezzo! Con funivia e visita guidata

Storia del Castello di Montjuïc di Barcellona

Il Castello di Montjuïc ha una storia ricca e complessa che risale al XVII secolo. Fu originariamente costruito come fortezza militare per proteggere la città di Barcellona dalle invasioni. Nel corso dei secoli, fu utilizzato per scopi militari e giocò un ruolo chiave in diversi conflitti, tra cui la Guerra di Successione Spagnola e la Guerra Civile Spagnola.

Uno dei periodi più bui della storia del castello è legato alla repressione di Franco durante la guerra civile spagnola. Molti prigionieri politici furono detenuti e giustiziati qui. Tuttavia, dopo la fine della dittatura di Franco, il castello divenne un simbolo di democrazia e libertà.

 

Il Castello di Montjuïc oggi

Oggi è visitato per la sua impressionante architettura, caratterizzata da un'imponente architettura militare con spesse mura, torri di guardia e cannoni. I visitatori possono esplorare le sue fortificazioni e ammirare l'ingegneria militare dell'epoca.

All'interno del castello sono allestite mostre che ripercorrono la sua movimentata storia, con particolare attenzione al suo ruolo durante la guerra civile spagnola. I visitatori possono vedere fotografie, documenti storici e testimonianze relative a questo periodo buio.

Ma uno dei punti salienti della visita è la vista panoramica su Barcellona. Dalla cima del Montjuïc si possono ammirare la città, il porto, il Mar Mediterraneo e le montagne circostanti. È un luogo ideale per scattare foto memorabili.

Da non dimenticare i giardini e l'area circostante: Intorno al castello ci sono bellissimi giardini e spazi verdi dove i visitatori possono passeggiare e rilassarsi. Questi giardini offrono anche una vista mozzafiato sulla città.

Infine, il Castello di Montjuïc ospita occasionalmente eventi culturali, artistici e musicali. Qui si tengono concerti all'aperto e mostre d'arte, che lo rendono un luogo versatile per la cultura e il tempo libero.

Indirizzo : Avinguda del Castell
Ore di apertura : Dal 1° marzo al 31 ottobre, dalle 10.00 alle 20.00 - Dal 1° novembre al 28 febbraio, dalle 10.00 alle 18.00 - Chiuso il 25 dicembre e il 1° gennaio.
Telefono : 00.34.93.256.44.40
Metro/Bus : Bus: 193
Ultimo commento
Prendetevi il tempo di pedalare
Franco di Roma 2023 (21 Mar 2023 - 07:58)
Ci è piaciuto molto il villaggio spagnolo e la fantastica vista su Barcellona.
Il modo più semplice è quello di salire con la funicolare.
;-)
Aggiunga un nuovo commento Visualizzare i commenti

2 comments

  1. Prendetevi il tempo di pedalare - Franco di Roma 2023 (21 Mar 2023 - 07:58)

    Ci è piaciuto molto il villaggio spagnolo e la fantastica vista su Barcellona.
    Il modo più semplice è quello di salire con la funicolare.
    ;-)

  2. Good Overview - B Dunning-USA (31 Ago 2011 - 09:45)

    This is a good presentation of the sites on the hill area. It could help to have a map display

Il vostro commento è stato bene registrato e sarà pubblicato dopo moderazione.

Chiudere

Vi Raccomandiamo >> Luoghi da non perdere a Barcellona

Per facilitare il vostro soggiorno a Barcellona: questi servizi o idee di cose da vedere, da fare..

Hotel Barcellona

L'hotel ideale per il vostro soggiorno

In famiglia, per il turismo, per gli affari o giusto per un week end a Barcellona, abbiamo scelto per voi i migliori hotel della città per facilitare la vostra scelta. Qualsiasi categoria a tutti i prezzi. Ma anche con affare secondo le vostre date di viaggio. Buono soggiorno!

Barcelona Hop-On Hop-Off Bus tour

Biglietti Bus Turistico

Un solo biglietto, 3 linee e 45 fermate !

Scopri la città al tuo ritmo con la nostra selezione di biglietti per il bus turistico. Un modo straordinario ed economico per stabilire un primo contatto con le principali attrazioni della capitale catalana. 

A partire da € 31,00
Hola Barcelona Public Transport Card

Carta di viaggio Hola

Accesso illimitato ai trasporti pubblici

Accesso illimitato da 48 a 120 ore ai trasporti pubblici di Barcellona: metropolitana, autobus (TMB), ferrovia urbana (FGC, Zona 1), funicolare di Montjuïc, tram (TRAM), ferrovia regionale (Rodalies de Cataluny) + 1 biglietto di andata e ritorno dall'aeroporto al centro città. Esclusi NitBus, Aerobus e autobus turistici.

A partire da € 19,50
Barcelona City Pass

City Pass Barcellona

Include: Sagrada Familia, Parco Güell, Bus..

Il "City Pass Barcellona" il nostro pass più venduto!
> Sagrada Família fast track + Audioguida
> Park Güell Fast Track + Audioguida
> Bus turistico 24 o 48 ore o Casa Batlló o Casa Milà
> 10% di sconto su altre visite
> Audioguida di Barcellona

A partire da € 85,00

2 comments

  1. Prendetevi il tempo di pedalare - Franco di Roma 2023 (21 Mar 2023 - 07:58)

    Ci è piaciuto molto il villaggio spagnolo e la fantastica vista su Barcellona.
    Il modo più semplice è quello di salire con la funicolare.
    ;-)

  2. Good Overview - B Dunning-USA (31 Ago 2011 - 09:45)

    This is a good presentation of the sites on the hill area. It could help to have a map display

Il vostro commento è stato bene registrato e sarà pubblicato dopo moderazione.

Chiudere
flag-de flag-en flag-es flag-fr flag-it flag-pt logo-ba-white icon-avatar icon-facebook icon-instagram