El Born Barcellona

Informazioni pratiche El Born

Indirizzo: El Born è un quartiere di Barcellona situato nella Ciutat Vella, proprio accanto al Quartiere Gotico. È delimitato dalla Via Laietana da un lato e dal Parque de la Ciudadela dall'altro. Inoltre, si trova a pochi passi dalle spiagge di Barcellona

 

El Born est très bien desservi par les transports en commun de Barcelone:

Metro: Le stazioni della metropolitana più vicine a El Born sono Jaume I (L4) Barceloneta (L4) Urquinaona L4 e L1.

Autobus: Le linee di autobus più vicine sono V15, 45, 39, 51, 120 e H14.

Bus turistico: La fermata del Museu d'Història de Catalunya (Museo di Storia della Catalogna) vicino alla stazione della metropolitana Barceloneta è un'altra opzione per visitare El Born.

Treno: la stazione Estación de Francia offre collegamenti con altre città della Catalogna, soprattutto sulla costa.

 

Mappa di El Born

 

Famoso per le sue strade acciottolate, El Born è un piccolo villaggio all'interno della città. Molto alla moda ma anche molto autentico. Vi si incontrano liutai, maestri vetrai, fabbricanti di stivali e designer alla moda. I pensionati giocano a carte, i giovani chiacchierano accanto alle fontane. Un'atmosfera festosa, soprattutto la sera. Non esitate ad addentrarvi nei vicoli bui per respirare la vecchia Barcellona. Ricco di storia, testimone della prosperità commerciale del XIII secolo, El Born (noto anche come La Ribera) forma con il Barrio Gótico il centro storico di Barcellona.

 

Un consiglio: soggiornare a El Born è un'ottima idea, ci si trova in una zona molto piacevole sia di giorno che di notte ed è molto centrale per visitare tutta la città >Trova il tuo hotel a El Born.

 

Storia di El Born 

El Born si sviluppò intorno alla chiesa di Santa Maria del Mar. Si formò nelle zone sabbiose chiamate Vilanova de la Mar a partire dal XIII secolo. In epoca medievale, il Passeig del Born era luogo di tornei e giostre, da cui il nome "born", che significa recinto dove si svolgevano giostre e tornei tra cavalieri medievali.
Inizialmente il quartiere era abitato da marinai, facchini, portuali e braccianti. Solo nel XIII secolo i mercanti costruirono case più nobili. El Born entrò a far parte delle mura di Barcellona nel 1438, quando furono ampliate.

 

El Born oggi

El Born è una delle zone più affascinanti e popolari di Barcellona per i turisti. Un po' meno per i suoi abitanti, che protestano costantemente contro un turismo sempre più invasivo. La convivenza, tuttavia, funziona molto bene.

Ecco alcuni dei punti di interesse che ci piacciono particolarmente:

Il Museo Picasso - Un must del quartiere e della città. Sempre più grande, occupa diversi edifici gotici del XIII secolo. Grandi mostre temporanee per il museo più visitato dai catalani a Barcellona! Il mercato di Santa Caterina per la sua architettura colorata e la qualità dei suoi prodotti. Senza essere un concorrente della Boqueria, è una tappa obbligata. La chiesa di Santa Maria del Mar, considerata uno dei migliori esempi di architettura gotica catalana. Il bellissimo Parque de la Ciutadella, situato appena fuori El Born. È perfetto per una passeggiata o un picnic e ospita anche lo zoo di Barcellona.

 

Cosa vedere a El Born?

Ecco alcuni luoghi da scoprire a El Born.

> Approfittate dei nostri buoni indirizzi, come ristoranti e negozi. Anche questo fa parte della scoperta di una città.

>> Vi consigliamo i migliori hotel Barcellona quartiere El Born. Come potete vedere, El Born è il luogo ideale per soggiornare. Con i suoi luoghi di cultura, ristoranti, negozi e divertimenti. Inoltre, la sua posizione centrale rende facile accedere a tutta la città, spesso a piedi!

 

1- Il Palazzo della Musica - Palau de la Musica**

Monumento

Palazzo della Musica Catalana

Palau de la Musica

La sala da concerti è stata disegnata dall’architetto Lluís Domènech i Montaner ed stata aperta nel 1908. Questo palazzo ospita gli ufficci del “Orfeò Catala”, un prestigioso istituto fondato nel 1891 per dare supporto alla musica e la cultura Catalana.Per questa ragione la decorazione dell’esterno del palazzo contiene simboli che rappresentano i “quatre barres”, lo stemma delle Catalonia. All’interno, da una parte, è stata creata, con varie sculture, la scena del “Viaggio delle Valkyrie”, e dall’altra parte c’e una statua di Beethoven, fatta da Pau Gargallo e Dìdac Massana.

 La splendida cupola di vetro centrale, la quale adorna il soffitto è stata creata da Rigalt e Granell. La faccaiata del palazzo è fatta sopratutto di mattoni rossi ed è decorata con mosaici di Lluìs Bru.

Biglietti per il Palau de la Música Catalana: Salta la Coda o Tour guidato

Il Palau de la Música Catalana si trova nel quartiere El Born di Ciutat Vella. È uno degli edifici più emblematici della città e una tappa obbligata per tutti gli amanti dell'architettura e della musica.

 

Il Palazzo della Musica Catalana è Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO

Il Palazzo della Musica fu costruito tra il 1905 e il 1908 per ospitare il coro Orfeó Català (un'associazione di cori di Barcellona), che aveva bisogno di uno spazio più ampio per le sue prove. Oggi ospita concerti ed eventi musicali di fama internazionale.

 

Il Palau de la Música è uno dei gioielli architettonici di Barcellona, progettato dall'architetto modernista Lluís Domènech i Montaner. Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO, l'edificio è famoso per la sua grande sala da concerto decorata con vetrate colorate, sculture e mosaici, ed è considerato uno dei migliori esempi di architettura modernista catalana, nota anche come Art Nouveau. Questa architettura è caratterizzata dall'uso di materiali moderni come il ferro, il vetro e il cemento, oltre che da motivi e forme ispirati alla natura.

Le tecniche costruttive specifiche utilizzate nel Palau de la Música Catalana includono l'uso della luce naturale, abbondante grazie ai grandi lucernari e alle finestre a forma di rosa. La struttura presenta anche mosaici colorati, sculture e motivi floreali, creando un effetto estetico unico e vibrante.

 

L'architetto, Lluís Domènech i Montaner, ha anche utilizzato tecniche avanzate per l'epoca, come l'uso di capriate in acciaio per la struttura dell'edificio, che gli ha permesso di creare una grande sala da concerto senza pilastri intermedi. Un altro dettaglio tecnico è che l'edificio è stato costruito senza l'utilizzo di travi in acciaio, cosa molto rara all'epoca. La struttura poggia invece su colonne decorative in ghisa e archi in mattoni, creando un'atmosfera unica e magica all'interno.

 

Lluís Domènech i Montaner est également connu pour avoir conçu la Casa Lleó i Morera en 1902, la Casa Fuster en 1911 et bien sûr L'Hospital de Sant Pau entre 1901 et 1930 également inscrit au patrimoine mondial de l'UNESCO depuis 1997.

 

Il nostro consiglio: per sfruttare al meglio la visita al Palazzo della Musica, vi consigliamo di partecipare a una visita guidata per conoscere la storia e l'architettura dell'edificio. È inoltre possibile assistere a un concerto per apprezzare l'eccezionale qualità acustica della sala da concerto.

 

Infine, un aneddoto interessante sul Palazzo della Musica è che durante la guerra civile spagnola l'edificio fu utilizzato come garage per i veicoli militari, il che salvò l'edificio dalla distruzione! Un miracolo.

Indirizzo : Carrer del Palau de la Música, 4
Ore di apertura : Aperto tutto l’anno.
Telefono : 00 34 93 295 72 00
Metro/Bus : Metro: Lines 1 and 4. Urquinaona station - Buses: Lines 17, 19, 40 and 45

2- La chiesa di Santa Maria del Mar***

Monumento

Santa Maria del Mar Barcellona

Santa Maria del Mar

La chiesa di Santa Maria del Mar è una chiesa gotica del XIV secolo situata non lontano dal mare nel quartiere di La Ribera, El Born, e fu costruita da marinai che volevano competere con la Cattedrale di Barcellona nonostante le loro risorse limitate. La sua sobrietà la rende uno degli esempi più belli del gotico catalano. La basilica si trova accanto al Museo Picasso

 

Santa Maria del Mar

 

Cosa vedere nella Chiesa di Santa Maria del Mar?

La Basilica di Santa Maria de la Mare (Basílica Santa Maria del Mar in spagnolo) è conosciuta dagli abitanti della città anche come "Catedral de la Ribera" o "Catedral del Mar".

 

La Chiesa di Santa Maria de la Mar è un eccezionale esempio di architettura gotica catalana. Fu costruita nel XIV secolo dall'architetto Berenguer de Montagut. La costruzione della Basilica di Santa Maria del Mar risale al XIV secolo, nel periodo medievale.

Biglietti per Visita guidata di Santa Maria del Mar > Interni e terrazze

Fu costruita tra il 1329 e il 1383, un tempo record per una chiesa di queste dimensioni all'epoca, grazie ai contributi degli abitanti del quartiere di Ribera, dove si trova.

 

La costruzione della basilica fu finanziata dai marinai, dai pescatori e dagli abitanti del quartiere che volevano un luogo dove venerare la Vergine Maria, considerata la protettrice dei marinai e dei pescatori. Decisero di costruire questa chiesa in onore della Vergine, con l'obiettivo di farne un simbolo del loro quartiere e della loro città.

 

 

 

L'architetto Berenguer de Montagut fu responsabile della progettazione della basilica, considerata un capolavoro dell'architettura gotica catalana. La basilica fu costruita in pietra e mattoni, in uno stile gotico austero ed elegante, tipico dell'architettura catalana.

 

Nel corso dei secoli, la basilica è stata sottoposta a diverse ristrutturazioni e restauri, a causa di vari disastri naturali e conflitti armati, come incendi, terremoti e la guerra civile spagnola.

 

Santa Maria del Mar

 

Durante la visita, apprendiamo che la maggior parte delle vetrate è stata distrutta da un incendio nel 1936. Tuttavia, alcune sono sopravvissute, come le vetrate del Giudizio Universale, della Pentecoste e della Comunione. Il rosone principale, dedicato all'Incoronazione di Maria, dovette essere ricostruito dopo un terremoto nel 1428 e le crepe lasciate dal sisma sono ancora visibili dai tetti.

 

I recenti lavori hanno permesso ai visitatori di accedere ai tetti di Santa Maria del Mar e di scoprire aree prima inaccessibili. Il rosone principale, le finestre, le torri, i doccioni e la parte superiore della navata centrale sono ora visibili dall'alto delle volte a crociera. È anche un'occasione per godere di una vista spettacolare sulla città di Barcellona da un'altezza di oltre trentatré metri! 

 

Un aneddoto recente sulla chiesa di Santa Maria del Mar è che ha ispirato lo scrittore spagnolo Ildefonso Falcones a scrivere il suo famoso romanzo "La cattedrale del mare" nel 2006. Il libro racconta la storia della costruzione della basilica e la vita dei lavoratori che vi hanno preso parte. Molti dei suoi lettori ora cercano i dettagli del libro quando visitano questa "cattedrale"..

 

Il nostro consiglio: Per godere al meglio della visita alla Basilica di Santa Maria del Mare, vi consigliamo di partecipare a una visita guidata per scoprire la storia e i dettagli della sua architettura. Non dimenticate di dedicare un po' di tempo ad ammirare le colorate vetrate e le imponenti sculture che adornano la basilica.

Indirizzo : Plaça de Santa Maria, 1
Ore di apertura : Da lunedì a domenica dalle 10:00 alle 20:30
Telefono : [email protected]
Metro/Bus : Metro: L4 Jaume I / Bus: 7, 120, V15, V17 (Via Laietana)

3- Mercato Santa Caterina *

Monumento

Mercat Santa Caterina

Mercat Santa Caterina

Mercat Santa Caterina

Mercat Santa Caterina

Mercat Santa Caterina - il Mercato Santa Caterina è l'ultimo mercato costruito a Barcellona. Completamente rinnovata nel 2005 con brio dagli architetti Enric Miralles and Benedetta Tagliabue di EMBT è una piccola maraviglia situata nella zona del Ribera nella Ciutat Vella.

Architettura così tanto barcellonese per questo tutto in ceramiche multicolores avente una forma d'onda posta su una struttura di legno aerea, che ripara tutti i supporti del mercato. Vi si trovano i prodotti dei produttori della regione: frutti, ortaggi, fiori ma anche pesce, carne, salumi di cui una o due bulini dedicati alla Jabugo e infine un piccolo supermercato “Caprado„.

 

Un molto bello bar a tapas è situato all'opposto dell'entrata principale sulla sinistra ed un ristorante “Cuines Santa Catarina » di cui apprezziamo particolarmente la carta è tutto accanto all'entrata. In breve il luogo vale ampiamente la deviazione per la sua architettura, di fare spese o pranzare.

 

Il Mercat de Santa Caterina di Barcellona in cifre e date:

Il Mercat de Santa Caterina è stato inaugurato nel 1848 ed è quindi uno dei mercati più antichi di Barcellona.

Si estende su una superficie di circa 4.200 metri quadrati e ospita circa 60 bancarelle e commercianti che offrono un'ampia varietà di prodotti alimentari freschi. Qui si può trovare un'ampia gamma di prodotti alimentari, tra cui frutta, verdura, carne, pesce, formaggi, salumi, prodotti da forno e di pasticceria, oltre a prodotti locali e artigianali.

L'edificio del mercato è stato ristrutturato nel 2005. Una delle sue caratteristiche più distintive è il tetto colorato a forma di onda, composto da piastrelle di ceramica colorate. È diventato un elemento emblematico dell'architettura moderna di Barcellona.

 

Video: Mercat Santa Caterina:

Indirizzo : Francesc Cambó, 16
Ore di apertura : Lunedi 07:30-14:00 / Martedì e Mercoledì 7:30-03:30 / Giovedi e Venerdì 7:30-08:30 / Sabato 7:30-03:30. Verificare ore di apertura estivo
Telefono : 00 34 933 195 740
Metro/Bus : Metro: L4 Jaume I / Bus:

4- Il Passaggio del Born

Monumento

El Born

El Born - Barcelona

El Born: Una delle parti della città favorita dalla gente che ama la vita notturna di Barcellona. Oggi, il Born ha sempre più bar semplici, ma molti locali conosciuti, come il Miramelindo, sono rimasti, e sono sempre gli stessi. Fù qui che nel medio evo venivano brucciate le streghe e giustiziate le persone condannate a morte.

Da non perdere e camminare lungo le sue stradine piene di negozi e ristoranti molto alla moda .

Indirizzo : Born
Metro/Bus : Metro: L4 Jaume I

5- El Born CC

Museo

El Born CC

Il nuovo centro di El Born

El Born CC - Barcelona

El Born CC - Barcelona

El Born CC - Barcelona

42 anni dopo la sua chiusura Mercat del Born, il mercato di El Born è ritornato sotto il nome di EL Born CC per El Born Centre cultural.

 

Lo è capito El Born CC non è più un mercato bensì un centro culturale che illustra un periodo duro della storia barcellonese, quella della guerra di successione della Spagna da 1701 a 1714. Periodo che segnò mai alla storia della nazione catalana. Questa costruzione, oggi completamente reinventata, espone sotto la sua splendida struttura metallica una vista sulle vestigia archeologiche di quest'epoca.

 

Ci si viene per la visita dei luoghi, per conferenze o concerti, ma anche per il suo ristorante: “L'espai gastronòmic Moritz" e per la sua libreria (llibreria-botiga).

 

Dalla sua apertura nel 2013 tutta la zona ne è trasformata ed apprezzerete di fare una pausa nei numerosi caffè dintorni prima di rendersi al Museo Picasso o anche alla chiesa chiesa Santa Maria del Mar appena accanto al centro.

Articket: pass per 6 musei d'arte a Barcellona

Indirizzo : Plaça Comercial, 12

Ore di apertura : Del martedì alla domenica da 10 a 18:45 (Espai Gastronòmic Moritz del martedì alla domenica da 10 a mezzanotte)
Telefono : +34 93 256 68 51
Metro/Bus : Jaume I, Barceloneta

6- Foto Colectania

Museo

Fundación Foto Colectania

Il riferimento per la fotografia

Foto Colectania è il punto di riferimento a Barcellona per gli amanti della fotografia classica e contemporanea. La Fondazione Foto Colectania è un'organizzazione senza scopo di lucro creata a Barcellona nel 2002 con l'obiettivo di diffondere la fotografia e farla conoscere nell'ambito sociale, artistico ed educativo spagnolo.

 

Foto Colectania è un luogo ideale per scoprire la fotografia e organizza mostre, conferenze e incontri. Il suo obiettivo è quello di far conoscere fotografi storici, sconosciuti ed emergenti.

 

La Fondazione ha anche una biblioteca specializzata in fotografia e una collezione fotografica di più di 3.000 opere di 80 autori catalani, spagnoli e portoghesi, che continua a crescere grazie alle donazioni.

Un'occasione per scoprire incredibili fotografi catalani come Joan Colom, Ramón Masats, Oriol Maspons, Leopoldo Pomés, Joan Fontcuberta...

 

Dal 2017 la fondazione si è trasferita in un nuovo spazio dietro il Museo Picasso, di fronte al Parc de la Ciutadella. Ogni mostra è un piccolo gioiello che si dovrebbe prendere il tempo di visitare.

 

C'è anche un'eccezionale libreria specializzata aperta a tutti all'entrata.

Biglietti sul posto. 

Indirizzo : C/ Passeig Picasso, 14
Ore di apertura : Da mercoledì a sabato: dalle 11 alle 14.30 e dalle 16 alle 20 Domenica: 11 am - 3 pm / Foto Colectania è chiuso il lunedì e il martedì
Telefono : +34 93 217 16 26
Metro/Bus : Jaume I, Urquinaona

7- Museo Picasso***

Museo

Museo Picasso

Museu Picasso - Barcelona

Il Museo Picasso Barcellona è certamente “Il museo” da visitare a Barcellona. Per scoprire il lavoro di gioventù dell'artista, la sua relazione a questa città e per la bellezza del luogo. Immaginate nella via Montcada, nella zona del Born, cinque palazzi medioevali collegati insieme per fare un museo. Si monta, si scende e si risale ma è affascinante a visitare e quindi è un'immersione immediata nell'atmosfera delle vecchie zone barcellonesi all'epoca di Picasso.

Salta la coda biglietto per il Museo Picasso Barcellona da 12€

Picasso e Barcellona: La genesi di un genio

Nato nel 1881 a Malaga, Pablo Ruiz Picasso passa tutta la sua gioventù in Spagna.  Nel 1891, suo padre è insegnante a la scuola di disegno “le Corogne”. All'età di 10 anni, mentre sa appena leggere Picasso si esercita già al disegno. Nel 1895 la famiglia si installa a Barcellona, suo padre insegna a scuola della Llotja. Grazie a suo padre, Picasso, vecchio soltanto di 14 anni può passare eccezionalmente l'esame d'ammissione. Vero prodigio ed immediatamente si ammesso. 

 

Pablo è accettato a scuola la Llotja dopo effettuato in un giorno l'argomento dell'esame per il quale si lascia generalmente un mese ai candidati. 

L'insegnamento della scuola è molto accademico, Picasso controlla molto rapidamente e perfettamente il disegno e la pittura classica. Due anni più tardi, si presenta all'esame dell'accademia Royale de Madrid. Il suo successo vi è luminoso come a Barcellona.  A 16 anni, Picasso ha raggiunto il livello artistico delle migliori scuole d'arte della Spagna.

A 19 anni espone per la 1a volta a Barcellona, nel ristoarnte “del 4 Gats” e parte per Parigi. Ma conserverà un attaccamento profondo per questa città dove ritornerà.  

 

Da vedere al Museo Picasso Barcellona

Il museo, che è anche una fondazione, è molto certamente il riferimento per quanto riguarda la comprensione del lavoro di Picasso durante i suoi anni di formazione. Più di 4200 opere vi sono esposte. Presenta la importante collezione di disegni, pitture e sculture di Picasso che vanno dei suoi inizi fino al suo periodo blu. 

 

La Collezione Permanente 

Il museo fu creato nel 1963 sull'idea di Jaime Sabartés, amico e segretario particolare di Pablo Picasso, quando quello cidonne alla città la sua raccolta di pitture del maestro. Alla morte de Jaume Sabartés nel 1968, Picasso completa questa collezione offrendo al museo la serie delle "Ménines" e il ritratto blu di Sabartés di 1901. Nel 1970 fa un altro regalo di 920 pitture. Jacqueline Roque, ultima moglie e ispiratrice di Picasso, ha fatto negli anni 80, due regali importanti al museo di 40 ceramiche e 117 incisioni.

La collezione è completata nel corso degli anni da regali di collezionisti private e di gallerie e da acquisizioni della città di Barcellona fra cui numerose fotografie. 

L'artista firma le sue prime opere Ruiz-Picasso prima di optare per PR-Picasso quindi definitivamente per Picasso nel 1901! 

La visita del museo retracede in modo cronologico, il percorso dell'artista degli anni 1890 al 1917. Fra le pitture emblematiche di questa collezione scoprirete: 

 

 

Autoritratto di Picasso nel 1896 - Ha allora soltanto 15 anni! 

 

Il ritratto blu di Jaume Sabartés (1901) 

 

 

Harlequin (1917)

 

 

La sala 13, dedicata al "Ménines" è certamente la più notevole di questo museo.

Picasso interpretò nuovamente in 1957, lo celebro quadro di Diego VelázquezLas Meninas” dipinge nel 1656 -  in una serie di 58 pitture. 

 

La serie - « Les Ménines », les demoiselles d'honneur- conservata completamente al museo Picasso di Barcellona è la sola serie completa dell'artista che è restato raggruppato in un solo luogo. Si tratta di uno studio molto vasto che si compone di 45 interpretazioni dell'opera, 9 scene di una colomba, 3 paesaggi, ed un ritratto di Jacqueline. 

 

Info Pratiche

Quale biglietto per la sua visita al Museo Picasso di Barcellona?

1- Biglietto salta la coda Museo Picasso

Prenota online ed evita le code alla biglietteria locale.

 

Tariffe : Il prezzo del biglietto d'ingresso al Museo Picasso di Barcellona:

  • Biglietti collezione permanente adulto : 12€
  • Biglietti collezione permanente sotto i 18 anni : 0€
  • Biglietti collezione permanente senior (+65) : 7€

Vi consigliamo vivamente di comprare il vostro biglietto d'entrata al museo con i legami qui di seguito per riservare la data e l'ora della vostra visita ed evitare così le file d'attesa prevedibili in quest'alto luogo culturale di Barcellona: 

Biglietto salta la coda  per il Museo Picasso Barcellona da 12€

2- Visita guidata del Museo Picasso

Lasciatevi guidare da un'esperta guida italiana in luoghi come il famoso Els Quatre Gats Café e Carrer Avinyó. Poi scoprite il Museo Picasso e rimanete quanto volete dopo la visita guidata.

 

Guida in italiano solo il martedì, mercoledì, sabato.

 

Prezzi dei biglietti per la visita guidata del Museo Picasso di Barcellona:

  • Adulto: €36,00 invece di €39,00
  • Bambino (11-16 anni): 12,00€.
  • Bambino (0-10 anni): Gratis

Visita guidata del Museo Picasso con biglietto d'ingresso prioritario a partire da 36€.

3/ Biglietto salta la coda al Museo Picasso + bus turistico un giorno.

Un biglietto combinato molto ingegnoso ed economico che offre una giornata intera per scoprire la città in autobus turistico e l'accesso prioritario al Museo Picasso.

 

Comodo perché l'autobus (linea rossa) ti porta vicino al Museo Picasso! + Godetevi le 3 strade e 45 fermate di fronte ai principali monumenti della città. Sali e scendi dall'autobus tutte le volte che vuoi, al tuo ritmo.

 

 Il biglietto prioritario per il Museo Picasso + Autobus turistico 1 Giorno include:

  •  Accesso alle tre linee del servizio ufficiale degli autobus turistici e alla sua audioguida gratuita per un'intera giornata.
  • Si può salire e scendere alle 45 fermate che si trovano vicino alle attrazioni turistiche più visitate della città.
  • Un'audioguida (in italiano o in altre 15 lingue) e cuffie disponibili a bordo dell'autobus.....
  • Una mappa e una guida alla città, disponibile in diverse lingue.

 

Prezzo del biglietto d'ingresso al Museo Picasso + bus turistico un giorno:

  •  Prezzo per adulti: 42€
  • Prezzo per bambini dai 13 ai 17 anni: 28€.
  • Prezzo per bambini accompagnati da 4 a 12 anni: 16€.
  • Prezzo per bambini accompagnati da 0 a 3 anni: gratuito.

Acquista ora il tuo biglietto prioritario per il Museo Picasso e una giornata di bus turistico a partire da 42€.

4 - Articket: Il pass per gli amanti dell'arte!

Visita i 6 musei più importanti di Barcellona con ingresso prioritario, incluso il Museo Picasso!

  •  Questo pass è valido per 12 mesi dalla data di acquisto.
  • Si visitano i Musei nell'ordine desiderato.

Musei inclusi nel biglietto Articket:

  • Museo Picasso
  • Museo Nazionale d'Arte della Catalogna (MNAC)
  • Museo d'Arte Contemporanea di Barcellona (MACBA)
  • Fondazione Miró
  • Fondazione Antoni Tapies
  • Centro di cultura contemporanea di Barcellona (CCCB)

Il prezzo unico dell'Articket è di 35€.

Approfitta del pass Articket per visitare 6 musei di Barcellona, compreso il Museo Picasso a partire da 35€.

Gli orari del museo Picasso 

  • Il museo è aperto da martedì a domenica di 9:00 a 19:00. Il giovedì fino a 21:30.
  • È chiuso tutti i lunedì ed i giorni festivi seguenti: 1° gennaio, il 1° maggio, il 24 giugno e il 25 dicembre. Il 24 e il 31 dicembre, il museo chiude a 14:00. 

Dove si trova il museo Picasso? 

È situato in via Montcada 15-23. L'entrata si fa al N°17. La metropolitana più vicino è la stazione Jaume I della linea 4. Vi basterà scendere aggiustar carre de la Princesa di fronte alla metropolitana quindi di girare a destra per trovare la via Montcada. 

 

Migliore momento per visitarlo? 

Il museo Picasso è un'attrazione importante della città di Barcellona. Vi consigliamo di visitarlo fin dall'apertura o due ore prima della sua chiusura, é il tempo che occorre per visitarlo.

 

Altre info

Il museo Picasso è fornito per accogliere persone con mobilità ridotta. Un ascensore agevola l'accesso all'esposizione e sedie a rotelle sono a vostra disposizione su domanda.

È vietato prendere fotografie anche senza flash, come è vietato utilizzare il suo telefono.

Indirizzo : Montcada, 15-23
Ore di apertura : Aperto dal martedì al sabato dalle 10h00 alle 19h00. Aperto la domenica dalle 10h00 alle 15h00.
Telefono : 00 34 93 256 30 00
Metro/Bus : Metro: Jaume -Arc de Triomf - Liceu / Bus: 17,40, 45 Laietana - 39, 51 Passeig Picasso - 14, 59 Pla del Palau
Ultimo commento
el born is the best to visit
feld (23 Ott 2012 - 07:15)
el born is my favourite area in Barcelona.. beautiful
Aggiunga un nuovo commento Visualizzare i commenti

3 comments

  1. el born is the best to visit - feld (23 Ott 2012 - 07:15)

    el born is my favourite area in Barcelona.. beautiful

  2. El Born by bike - maxicloclo (27 Giu 2012 - 10:15)

    I went a few days in Barcelona and I rent a bike at BornBikeBarcelona, it's just next to the metro station Barceloneta, very usefull and it's a nice way to visit el Born and further if you want ! (They gave me good advises to visit ! =)

  3. The Born route - Kristina K (21 Mag 2011 - 10:00)

    On the way from the Palau de la Musica Catalana, you should get a glimpse at the Santa Caterina market. It is right on the way and the roof work is definitly worth the detour.

Il vostro commento è stato bene registrato e sarà pubblicato dopo moderazione.

Chiudere

Vi Raccomandiamo >> Luoghi da non perdere a Barcellona

Per facilitare il vostro soggiorno a Barcellona: questi servizi o idee di cose da vedere, da fare..

Hotel Barcellona

L'hotel ideale per il vostro soggiorno

In famiglia, per il turismo, per gli affari o giusto per un week end a Barcellona, abbiamo scelto per voi i migliori hotel della città per facilitare la vostra scelta. Qualsiasi categoria a tutti i prezzi. Ma anche con affare secondo le vostre date di viaggio. Buono soggiorno!

Barcelona Hop-On Hop-Off Bus tour

Biglietti Bus Turistico

Un solo biglietto, 3 linee e 45 fermate !

Scopri la città al tuo ritmo con la nostra selezione di biglietti per il bus turistico. Un modo straordinario ed economico per stabilire un primo contatto con le principali attrazioni della capitale catalana. 

A partire da € 31,00
Hola Barcelona Public Transport Card

Carta di viaggio Hola

Accesso illimitato ai trasporti pubblici

Accesso illimitato da 48 a 120 ore ai trasporti pubblici di Barcellona: metropolitana, autobus (TMB), ferrovia urbana (FGC, Zona 1), funicolare di Montjuïc, tram (TRAM), ferrovia regionale (Rodalies de Cataluny) + 1 biglietto di andata e ritorno dall'aeroporto al centro città. Esclusi NitBus, Aerobus e autobus turistici.

A partire da € 19,50
Barcelona City Pass

City Pass Barcellona

Include: Sagrada Familia, Parco Güell, Bus..

Il "City Pass Barcellona" il nostro pass più venduto!
> Sagrada Família fast track + Audioguida
> Park Güell Fast Track + Audioguida
> Bus turistico 24 o 48 ore o Casa Batlló o Casa Milà
> 10% di sconto su altre visite
> Audioguida di Barcellona

A partire da € 85,00

3 comments

  1. el born is the best to visit - feld (23 Ott 2012 - 07:15)

    el born is my favourite area in Barcelona.. beautiful

  2. El Born by bike - maxicloclo (27 Giu 2012 - 10:15)

    I went a few days in Barcelona and I rent a bike at BornBikeBarcelona, it's just next to the metro station Barceloneta, very usefull and it's a nice way to visit el Born and further if you want ! (They gave me good advises to visit ! =)

  3. The Born route - Kristina K (21 Mag 2011 - 10:00)

    On the way from the Palau de la Musica Catalana, you should get a glimpse at the Santa Caterina market. It is right on the way and the roof work is definitly worth the detour.

Il vostro commento è stato bene registrato e sarà pubblicato dopo moderazione.

Chiudere
flag-de flag-en flag-es flag-fr flag-it flag-pt logo-ba-white icon-avatar icon-facebook icon-instagram