Viaggiare in Spagna Covid

Quali documenti necessari per andare in spagna nel 2021?

Viaggiare in Spagna Covid

Quali documenti necessari per andare in spagna nel 2021?

Per entrare in Spagna non è più sufficiente che gli europei presentino un documento d'identità e per i viaggiatori provenienti dal resto del mondo un passaporto e un visto.

Infatti, dall'inizio della pandemia globale di Covid-19, le regole per viaggiare in Spagna si sono evolute con le conoscenze mediche e le varie decisioni del governo. Questo nuovo regolamento è provvisorio, lo speriamo tutti, ma bisogna assolutamente tenerne conto nella preparazione di un soggiorno a Barcellona come nel resto della Spagna.

 

Viaggiare in Spagna Covid: le nuove regole

Documenti classici per entrare in Spagna

Carta d'identità o passaporto per gli europei:

  • I viaggiatori che sono membri di un paese dell'area Schengen devono presentare alla frontiera con la Spagna una carta d’identità italiana valida per l’espatrio o un passaporto valido.

Passaporto e visto per i non europei:

  • I viaggiatori che non sono membri di un paese Schengen devono presentare un passaporto valido e un visto alla frontiera con la Spagna.

Controllo sanitario del viaggiatore: Codice QR, Tamponi, Vaccino, Passaporto sanitario, Quarantena...

Dal 23 novembre 2020, oltre ai vostri documenti d'identità o passaporti e visti, dovrete presentare i seguenti documenti al posto di frontiera con la Spagna:

 

1- Per tutti gli stranieri che arrivano in Spagna:

Un CODICE QR di controllo sanitario è obbligatorio per tutti gli stranieri che arrivano in Spagna.
Prima di entrare in Spagna, i viaggiatori stranieri devono compilare un modulo online per ottenere un codice QR personale che presenteranno alla frontiera.

 

Dove posso trovare il formulario di controllo sanitario spagnolo?

Il formulario può essere compilato online sul sito ufficiale o scaricando l'applicazione dedicata:

  • Sul sito web di SpTH Spain Travel Healthhttps://www.spth.gob.es/
  • Scaricando l'applicazione SpTH sul vostro cellulare.

 

2- Per tutti i viaggiatori che arrivano in aereo o in nave da un paese a rischio:

 Un TEST PCR o TMA è obbligatorio per tutti i passeggeri provenienti da un paese ad alto rischio di coronavirus:

Dal 23 novembre 2020, tutti i passeggeri provenienti da un paese ad alto rischio di coronavirus SARS-CoV-2 devono presentare :

  • Un certificato con un risultato TAMPONE NEGATIVO (COVID-19 RT-PCR o TMA), rilasciato entro 72 ore prima del viaggio, per poter entrare in Spagna via mare o via aerea (il test non è quindi obbligatorio per gli arrivi via terra).
  • Questa misura non si applica ai passeggeri in transito.
  • I bambini di età inferiore ai sei anni sono esentati dall'esame.

Questo certificato o documento giustificativo deve essere l'originale, redatto in spagnolo e/o inglese, 

francese, tedesco e può essere presentato in formato cartaceo o elettronico.

 

Il documento (test PCR o TMA) conterrà almeno le seguenti informazioni:

  • nome del viaggiatore
  • numero di passaporto o carta d'identità
  • data del test
  • identificazione e contatti del centro che ha effettuato l'analisi
  • tecnica utilizzata e risultato negativo del test.

Il numero di identificazione personale (passaporto/DNI) utilizzato per ottenere il codice QR deve essere lo stesso del certificato PCR negativo.

 

Al vostro arrivo in Spagna, sarete comunque soggetti a un controllo sanitario all'aeroporto e dopo la valutazione da parte dell'autorità sanitaria (compreso il controllo documentale), potrete essere sottoposti al test COVID-19.

 

L'elenco dei Paesi a rischio è aggiornato quotidianamente su questa pagina

 

A titolo informativo, al 20 novembre 2020, l'elenco dei Paesi considerati a rischio, basato sulle zone grigie e rosse definite dall'Unione Europea, era il seguente:

Germania
Austria
Belgio
Bulgaria
Cipro
Croazia
Danimarca (tranne le Isole Faroe e la Groenlandia).
Slovenia
Estonia
Francia
Grecia (ad eccezione delle regioni di Kitri, Ionia Nisia, Dytiki Ellada e Sterea Ellada).
Ungheria
Irlanda
Islanda
Italia
Lettonia
Lituania
Lussemburgo
Malta
Norvegia (tranne le regioni di Rogaland, Møre og Romsdal, Nordland, Viken,
Innlandet, Vestfold og Telemark, Agder, Vestland, Trøndelag e Troms og Finnmark).
Paesi Bassi
Polonia
Portogallo (ad eccezione della Regione autonoma delle Azzorre)
Repubblica Ceca
Romania
Svezia
Liechtenstein
Slovacchia

 

I cosiddetti paesi a rischio al di fuori dell'UE sono quelli con un tasso di incidenza superiore a 150 per 100.000 abitanti in 14 giorni:

Albania
Andorra
Argentina
Armenia
Aruba
Bahrain
Belize
Bosnia-Erzegovina
Capo Verde
Colombia
Costa Rica
Emirati Arabi Uniti.
Stati Uniti
Russia
Georgia
Gibilterra (Regno Unito)
Guam
Giordania
Kuwait
Libano
Libia
Macedonia settentrionale
Marocco
Moldavia
Monaco
Montenegro
Palestina
Panama
Polinesia Francese (Francia)
Porto Rico
Regno Unito
San Marino
San Martino
Serbia
Svizzera
Tunisia
Ucraina

 

3- Una volta lì, devi viaggiare per la Catalogna? Fate attenzione, dovete avere un certificato per giustificare i vostri viaggi.
Per esempio, il turismo non è autorizzato. Tra le possibili eccezioni ci sono le seguenti ragioni:

 

  • Motivo professionale
  • Ritornare alla propria casa principale
  • Partecipare a una visita medica
  • Corsi all'università e a scuola
  • Assistenza ad anziani, disabili, persone vulnerabili e minori
  • Viaggi necessari per il recupero dei figli di genitori separati, divorziati e con più luoghi di residenza
  • Viaggi in banche e assicurazioni
  • Procedure amministrative (non possono essere fatte su Internet)
  • Esami ufficiali le cui date non possono essere posticipate
  • Viaggi alle competizioni sportive autorizzate
  • Forza maggiore.

Ricordatevi di portare con voi il certificato di autoamministrazione  quando vi recate in Catalogna. Può essere scaricato online.

 

Un vaccino Covid-19 per entrare in Spagna nel 2021?

Una vaccinazione contro il covido-19 è prevista in Spagna a partire dal gennaio 2021.

Il capo del governo spagnolo, Pedro Sánchez, e il ministro della Sanità, Salvador Illa, hanno presentato nel novembre 2020 le linee generali di un piano di vaccinazione che dovrebbe iniziare, si spera, nel gennaio 2021.
Entro giugno 2021 è prevista una campagna di vaccinazione in tre fasi con l'obiettivo di vaccinare tutti i gruppi prioritari: i residenti delle case di riposo e i loro accompagnatori, le persone a carico e gli operatori sanitari.

Una seconda campagna di vaccinazione di massa è prevista a partire da luglio per le persone meno vulnerabili. Il vaccino sarà gratuito e volontario.

Il governo spagnolo non ha ancora sollevato l'idea di un controllo di frontiera spagnolo dei viaggiatori vaccinati contro Covid-19 o meno (passaporto sanitario). La suspense rimane per il momento.

 

 

 

Per preparare il vostro viaggio in Spagna: 

Ultimo commento
@debo_90@hotmail.it
Barcelona.com (4 Mar 2021 - 09:10)
Ciao debo_90@hotmail.it,
In Catalogna non ti sarebbe permesso di fare un viaggio turistico anche con un tampone PCR negativo. È necessario informarsi sulla situazione nella regione delle Isole Canarie.
In Spagna, le regole sono diverse a seconda delle regioni.
Salve,
Aggiunga un nuovo commento Visualizzare i commenti
Powered by eZ Publish™ CMS Open Source Web Content Management. Copyright © 1999-2012 eZ Systems AS (except where otherwise noted). All rights reserved.